DIECI ANNI DALL’11 SETTEMBRE LO SPETTRO-FANTOCCIO DEL TERRORISMO (Renato d’Andria)

Nel decennale dall’11 settembre c’è un’unica voce unanimemente condivisa: l’attentato alle Torri Gemelle ha cambiato il mondo. Ma qual è stato il cambiamento vero, l’effetto più autentico di quell’evento, a parte lo sgomento di fronte alle macerie di Ground Zero? Quello di innescare tutta una serie di guerre sanguinose ai danni dei poveri della terra, che ha seminato fra questi … Continua a leggere

EUROBOND: LA STRADA E’ GIUSTA, MA… (Renato d’Andria)

Mentre critichiamo gli aspetti della manovra finanziaria riguardanti il contrasto dell’evasione fiscale, un apprezzamento merita invece l’iniziativa sugli Eurobond annunciata pochi giorni fa a Cernobbio dal ministro dell’Economia Giulio Tremonti come strada maestra da percorrere. Si tratta in effetti di una proposta intelligente perché serve a trasferire nel tempo gli effetti distorsivi determinatisi sui mercato sotto la spinta di forze … Continua a leggere

DALLA PAX TOGLIATTIANA ALLA PAX BERLUSCONIANA (Renato d’Andria)

Liberiamo l’Italia dal blocco trasversale delle oligarchie – Il 21 settembre a Roma confronto a più voci per avviare l’iter legislativo e far ripartire l’economia L’autentica guerra civile che ha attraversato il nostro Paese negli ultimi trent’anni potrebbe approdare nei prossimi mesi ai suoi esiti più perversi. Poteri finanziari deviati, da tempo all’opera per scatenare e gestire il caos, stanno … Continua a leggere

TORTURA DEMOCRATICA

Resta più che mai attuale il lavoro di Sergio D’Elia e Maurizio Turco sulla disumana condizione dei detenuti. Nei giorni in cui Marco Pannella fa salire il livello della mobilitazione generale in difesa dei diritti umani dei carcerati, pubblichiamo brani dalla sua prefazione al volume “Torìtura democratica”. di D’Elia e Turco, all’indomani degli incontri transnazionali di Tunisi. Tortura democratica – … Continua a leggere

LE MENZOGNE SUL DEBITO PUBBLICO di Elio Veltri

Denuncio da anni le difficoltà nell’affermazione della verità nel nostro paese, sintomatico dei regimi totalitari e delle democrazie malate. La nostra lo è e non da oggi. Uno degli elementi aggravanti è la grande ignoranza di molti nostri politici e governanti, spesso più nociva della malafede. Tremonti, dopo avere sostenuto per oltre due anni l’imprevedibilità della crisi affermando in ogni … Continua a leggere